La prima gara ufficiale fra Uno con la scala!

“Posizionate una scala sul tetto di una Fiat Uno e avrete l’auto più potente e ignorante di tutto l’internet!”

In Brasile, dove è stata prodotta ininterrottamente per quasi trent’anni con pochi aggiornamenti sostanziali, la Uno è ben più di un’utilitaria che ha fatto la storia, ma uno stile di vita dai valori ancora validi a tutt’oggi, una delle poche, vere e proprie auto del popolo, un’importantissima figura che permane nel cuore della gente che continua ad usarla e a viverla entusiasta come unica piccola, grande auto e compagna di vita, tanto da essere spesso ribattezzata con affettuosi vezzeggiativi come “nave”, “mito” e “dea delle strade”.

Nel corso degli anni, la Uno è diventata anche il mezzo preferito di società fornitrici di linee elettriche e telefoniche, installatori di antenne satellitari e condizionatori, idraulici e imbianchini, diventando uno dei simboli, sorprendentemente molto più del derivato Fiorino, del Brasile che lavora.
La divisa è comune a tutti: Uno versione basissima + barre portapacchi sul tetto + una o più scale + adesivo della ditta sulle fiancate. Una controparte italiana può essere la Panda Van della Telecom.
I modi non proprio delicati con cui spesso e volentieri i tecnici e operai sono soliti usare l’auto durante la giornata lavorativa, uniti alla proverbiale resistenza e affidabilità del mezzo che continua e continuerà ancora per molto a dare il meglio con pochissime pretese, ha contribuito alla creazione e alla diffusione sui social del popolarissimo meme della “Uno com escada”, la Uno con la scala.

(fonte: pagina Facebook “Uno Memes”)

Oggi, FIASA (Fiat Automóveis S.A., la filiale brasiliana del gruppo FCA), cavalcando l’onda del successo della figura della cara Uno con la scala nell’immaginario collettivo, dà vita al meme e organizza la prima “gara” ufficiale in pista con sei rombanti esemplari, come evento per la rivelazione alla stampa del nome della nuova Fiat Cronos, finora nota solo come X6S (si tratta della versione berlina della già nota Argo, auto equivalenti delle nostrane “Tipo” e “Tipo 5 porte” rispettivamente). Dopo la partenza, tra un sorpasso e l’altro (inquadrati anche dalla telecamera “Scala Gold”), ad ogni giro una Uno rientra ai box e passa il testimone a un altro modello FIAT attualmente in produzione: ogni nuovo veicolo riporta sul cofano una lettera che compone il nome della nuova vettura da lanciare sul mercato… Al termine della staffetta, le sei auto (due Mobi, due Toro e due Argo) si affiancano sul rettilineo del circuito e compongono il nome Cronos.
Segue lo slogan: “Le nostre auto che hanno fatto la storia inaugurano una nuova epoca. Nuove auto, nuovi meme, nuovi miti. #FIATCRONOS”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.