Ai confini del mondo

Due giovani e intrepidi ragazzi di Bologna, Alessandro Gabrielli e Roberto Morotti, con una Fiat Uno 45 Sting del 1989 hanno percorso migliaia di chilometri per raggiungere Ulan- Bator, attraversando ben 22 Paesi, 20.000 Km, 5 catene montuose, 3 deserti, 2 ong e 2 continenti.

Sponsor tecnico di questa impresa da urlo ispirata al Mongol Rally, del team bolognese Mongol One, sono stati Künzi S.p.A. con i marchi Victorinox, Goal Zero, Fenix e BioLite; punto di partenza, lo stadio “Renato Dall’Ara” di Bologna; destinazione: Mongolia.

Inedita la simbiosi tra il vecchio e il nuovo, tra quella mitica Fiat Uno del 1989 priva di quei comfort che tutti conosciamo e la tecnologia a prova di imprevisto dei prodotti forniti dallo sponsor. Alla Fiat Uno 45 Sting, infatti, accessoriata ad hoc con porte usb, è stata aggiunta una batteria di scorta firmata Goal Zero, uno strumento fondamentale che viene ricaricato sia durante i vari tragitti sia durante le soste grazie a dei pannelli solari connessi.

Anche Fenix ha contribuito al successo del viaggio con torce, anche frontali, che hanno spezzato l’oscurità delle notti nel deserto, mentre BioLite ha permesso ad Alessandro e Roberto di non rinunciare né a cene da campo improvvisate né alla ricarica dei loro strumenti hi-tech grazie al fornello da campo CampStove. Ultimo ma non ultimo il marchio Victorinox, che proprio all’avventua e all’imprevisto si è sempre ispirato per creare i mitici multiuso conosciuti in tutto il mondo.

Il lungo viaggio verso la Mongolia è stato documentato su tutti i social di Künzi S.p.A. e del Mongol One Team, permettendo al pubblico di scoprire ogni giorno un pezzo di avventura, una situazione inedita e scenari affascinanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.